Veröffentlicht: 18.03.2018

Il mining di Bitcoin è redditizio?

Il mining di Bitcoin è redditizio?

Il mining di Bitcoin è redditizio? Il mining di Bitcoin offre a molti investitori privati ​​la possibilità di venire in possesso di monete di questa criptovaluta senza doverla acquistare.

Dopotutto, non tutti gli investitori sono disposti a investire importi a cinque cifre per comprare la criptovaluta. Quando si estrae, si partecipa alla produzione di Bitcoin acquistando potenza di calcolo.

I computer per scopi speciali risolvono complessi problemi computazionali e assicurano la creazione di Bitcoin. Questi vengono erogati agli investitori costituendo il loro profitto.

Più potenza di calcolo si acquista, maggiore è il numero di Bitcoin che vengono distribuiti. Il mining di Bitcoin è redditizio?

Per partecipare al mining, tuttavia, non è necessario investire somme ingenti, è possibile ottenere l’ingresso con piccoli importi a tre cifre, con grande gioia di molti privati!

Molti investitori però vogliono sapere, prima di impiegare denaro, se l’estrazione di Bitcoin è redditizia. Ciò è comprensibile perché Bitcoin non ha tassi fissi di cambio e non vi sono garanzie contrattuali di profitto.

Il processo di estrazione è troppo complesso per questo. L’attività mineraria è redditizia solo quando viene raggiunto il punto di pareggio. Quando i risultati equilibrano l’investimento iniziale, si comincia a registrare profitto.

Va sempre tenuto presente che potrebbe essere necessario un po’ di tempo per arrivare al profitto.

Il mining di Bitcoin è redditizio? – Scelta del provider e risultati

Quando i risultati dell’attività di mining raggiungono il valore in euro dell’investimento iniziale, si ottiene il pareggio. Da quel momento i risultati delle attività estrattive sono considerati entrate nette per gli investitori.

Sul mercato vi sono diversi provider che rendono disponibile l’attività mineraria agli investitori privati. Paragonandoli, il risultato tra uno e l’altro mostra lievissime differenze.

Infatti, in media, ci vuole circa un anno per realizzare una somma che compensi l’investimento iniziale. Per questo motivo è necessario avere un po’ di pazienza e vedere il mining come un investimento a lungo termine.

Il livello di “difficoltà” è un fattore importante nell’ambito del mining. Questo si riferisce alla difficoltà tecnica presente nei processi di calcolo. Questa aumenta costantemente in base al numero di miners.

Il livello di difficoltà garantisce che le distribuzioni siano continuamente ridotte nel tempo. Ciò avviene con praticamente tutti i provider.

Le eccezioni sono i provider che offrono mining misti (mining in diverse criptovalute), non solo miniere di Bitcoin (come Invia World).

Se il mining di Bitcoin sia redditizio, può essere determinato solo alla scadenza del contratto di mining.

Esso, infatti, include il valore totale di Bitcoin estratti raggiunto fino a quel momento. Il valore però dipende in modo significativo da un altro importante fattore.

Il mining di Bitcoin è redditizio? – I fattori da cui dipende la redditività

Non solo la difficoltà è un fattore che mette in discussione la redditività dell’estrazione di Bitcoin. Le prestazioni del Bitcoin stesso giocano un ruolo significativo.

In passato, il valore di Bitcoin è aumentato costantemente. Si operavano correzioni, ma dopo ciò il valore aumentava di nuovo. Supponendo che questa tendenza continui, il mining di Bitcoin è redditizio.

Quando poi viene raggiunto il punto di pareggio, gli investitori possono trarre ulteriore profitto acquisendo monete di valore aumentato. Il profitto può raggiungere importi degni di nota.

Pertanto, è possibile che le distribuzioni nel corso degli anni valgano il doppio o il triplo. Il punto di riferimento è sempre il valore in euro del Bitcoin al momento dell’investimento iniziale.

Un aumento di valore si traduce in un buon profitto solo se i Bitcoin distribuiti sono detenuti dagli investitori. Chiunque ripaghi i suoi risultati di mining in euro avrà un utile molto meno rilevante.

Il risultato va poi ad azzerarsi quando cade il valore di Bitcoin diminuisce. Quindi, il valore delle distribuzioni diminuisce automaticamente. In questo caso, c’è una sola soluzione: conservare i Bitcoin che sono stati distribuiti.

Una volta che si verifichi un’inversione di tendenza e il valore salga nuovamente, si possono vendere.

Ci sono poi altri fattori che riducono la redditività del mining di Bitcoin. Essi riguardano i costi di manutenzione delle apparecchiature e i costi dell’elettricità.

La maggior parte dei provider considera questi costi totalmente a carico degli investitori. I provider che non lo fanno, trattengono o prendono direttamente parte dei risultati del mining.

Il fatto è che si possono acquistare attrezzature per il mining per operare da soli a casa propria, ma nessuno può gestire gli alti costi per l’elettricità, né le spese per la manutenzione.

L’estrazione mineraria diventa così redditizia solo nei grandi pool minerari gestiti da aziende specializzate.

Conclusione – Il mining di Bitcoin è redditizio?

Non è possibile dare una risposta se il mining di Bitcoin sia ancora redditizio senza prendere in considerazione diversi fattori.

È chiaro che ha bisogno di grandi pool minerari perché i costi sono elevati e i privati, da soli, non raggiungerebbero profitto.

I provider riportano buoni risultati dal mining di Bitcoin, garantendo che le partecipazioni di Bitcoin dei loro investitori crescano costantemente.

Tuttavia, essi devono prima raggiungere il punto di pareggio. Il profitto inizia solo quando si è riusciti a incassare il valore dell’investimento iniziale.

Il valore della distribuzione dipende anche dal prezzo del Bitcoin. Se questo aumenta, l’attività mineraria è assolutamente redditizia, in quanto aumenta anche il denaro digitale.

Se il prezzo diminuisce, anche il valore dei risultati dell’estrazione diminuirà. Se si ipotizza che l’aumento del valore di Bitcoin continui, l’attività di mining è proficua, anche se a lungo termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *