Veröffentlicht: 17.03.2018

Kin Coin

Cos’è Kin Coin?

Dal 2010 oltre un milione di persone ha utilizzato Kin Coin, che nel suo campo è considerata un’innovazione. Nel 2011 Kik è diventata la prima chat da convertire in una piattaforma.

Kik, inoltre, è stata anche la prima piattaforma a utilizzare i robot. In seguito a questi sviluppi, tra il 2015 e il 2016 è stata sperimentata sulla piattaforma una valuta digitale denominata Kik Points.

Una nuova criptovaluta

Come impresa, Kik era alla ricerca di un modo sostenibile per monetizzare, senza compromettere l’esperienza dell’utente o la sua privacy.

È stata respinta l’opzione di influenzare la sua intera comunità attraverso l’introduzione della pubblicità o la vendita dei dati dei clienti.

È stato deciso, invece, di lanciare una valuta decentralizzata e spingere la comunità di Kik a partecipare alla progettazione.

Questo ecosistema digitale era focalizzato sull’equità e sull’apertura, mentre Kik operava non come un ospite passivo, ma come un partecipante.

Per sostenere un ecosistema più aperto, decentralizzato e coinvolgente rispetto ai suoi rivali, Kik si dedica a nuovi prodotti, servizi e sistemi.

In considerazione della complessità intrinseca delle reti decentralizzate, il progetto è concepito per offrire una sostenibilità a lungo termine.

Kik Points

Nel 2014 sono stati sperimentati i Kik Points, in modo da determinare i requisiti del cliente per una criptovaluta da introdurre all’interno della piattaforma.

L’idea principale era che gli utenti non dovessero acquistare questa valuta, ma guadagnare tramite le attività della piattaforma interna.

Questa fase di prova ha mostrato che gli utenti hanno apprezzato molto la valuta e realizzato un notevole volume di transazioni, paragonabile a quello di Bitcoin.

Creazione di un valore fondamentale

Attualmente Kik è una delle applicazioni di chat più popolari: occupa il quinto posto nelle query di ricerca di App Store.

Milioni di utenti ogni mese dimostrano che la criptovaluta di Kik può funzionare bene all’interno di un gruppo di utenti principali.

Attraverso l’integrazione con la sua applicazione chat, Kik cerca di ottenere un valore fondamentale per Kin, la sua nuova criptovaluta.

Usando Kin come valuta di transazione primaria, Kik è diventato il primo membro dell’ecosistema Kin. In futuro i membri saranno anche in grado di guadagnare Kin fornendo contenuti.

Questo darà rilevanza ad aspetti quali contenuti e commercio. Gli utenti potranno spendere i token sui prodotti e i servizi Kik e anche sui servizi forniti da commercianti, programmatori e influencer.

La criptovaluta Kin

Kin Coin è una criptovaluta progettata per l’uso quotidiano e ottimizzata per i servizi digitali. Può essere utilizzata, quindi, per le transazioni all’interno della rete Kin.

Tecnicamente parlando, il token si basa sulla famosa blockchain di Ethereum, quindi Kin è un token ERC20. Kin Coin, inoltre, funge da collegamento tra i vari servizi all’interno della rete Kin.

La moneta stessa è stata creata dalla piattaforma Kik. Attraverso test approfonditi, i programmatori hanno analizzato i requisiti di una criptovaluta: Kin ne è la diretta conseguenza. Kik è anche un elemento primario della rete Kin.

Un sistema di incentivi

Poiché la piattaforma Kik ha diversi milioni di utenti, i programmatori si aspettano che Kin Coin diventi accettabile in larga misura. Questo dovrebbe diventare un aspetto essenziale del valore fondamentale della coin.

In più, sulla piattaforma Kik è disponibile anche un wallet. Questo dovrebbe garantire l’adozione rapida del token e aiutare Kin a diventare una delle criptovalute più diffuse.

Per attirare più utenti, è stato ideato un sistema di incentivi: esso premia quelli particolarmente attivi nel distribuire coin. Coloro che investono in Kin riceveranno premi speciali, in quanto forniscono rilevanti opportunità di sviluppo.

Quale squadra c’è dietro lo sviluppo di Kin Coin?

Kin Coin è stata sviluppata dalla Kin Foundation, che opera come un’organizzazione no-profit.

In futuro la fondazione intende monitorare lo sviluppo della valuta e dell’ecosistema come un’organizzazione senza scopo di lucro.

Tutto questo per sviluppare ulteriormente la piattaforma e aggiungere servizi digitali all’ecosistema. Un’altra caratteristica speciale, che definisce la piattaforma Kin, è la sua semplicità d’uso.

I programmatori, pertanto, dovrebbero poter sperimentare un ambiente di sviluppo facilmente sfruttabile. Esso dovrebbe incoraggiare attivamente la creazione di nuovi servizi.

La programmazione sostenibile è un obiettivo specifico di questo ambiente di sviluppo. I servizi sviluppati, infatti, dovrebbero rimanere compatibili con le blockchain rilasciate di recente.

L’obiettivo a lungo termine della Kin Foundation è di decentralizzare e automatizzare completamente tutte le transazioni effettuate all’interno della blockchain.

Qual è la vision della Kin Foundation?

La vision della Kin Foundation è il decentramento dei pagamenti attraverso un approccio sostenibile. Alla base di questa vision c’è la comunicazione all’interno di una rete libera da interruzioni dei media.

In un simile contesto, una caratteristica di particolare importanza è l’uso di tutti i servizi digitali presenti all’interno della rete.

L’evoluzione della capitalizzazione di mercato

Kin Coin è stata immessa sul mercato per la prima volta il 27 settembre 2017. Faceva parte di una prima offerta di coin che utilizzava il simbolo abbreviato KIN.

Il prezzo di emissione della Kin Coin è stato pari a 0,000116 dollari USA. Questo ha comportato una capitalizzazione di mercato di 87,5 milioni di dollari USA.

Alla fine di dicembre il token si stava consolidando. Il 16 dicembre riportava una capitalizzazione di mercato di soli 54,4 milioni di dollari USA.

Successivamente il token ha interrotto la fase di consolidamento e ha iniziato a registrare una serie di nuovi massimi. Attualmente la valuta è scambiata a 334 milioni di dollari USA e ha un prezzo simbolico di $ 0,000442.

Oggi sono in circolazione circa 756 miliardi di monete. Con un massimo di 10.000 miliardi di monete disponibili per essere scambiate, la valuta ha ancora un grande potenziale di crescita a lungo termine.

Attualmente la negoziazione quotidiana ha un volume di circa un milione di dollari. Il 91% del commercio registrato consiste in scambi tra KIN e Ethereum.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *