Veröffentlicht: 10.04.2018

BlueCoin

 

BlueCoin − una criptovaluta con “carattere”

 

Il successo travolgente di Dogecoin ha reso chiaro agli addetti ai lavori che gran parte del successo di una moneta risiede nella riconoscibilità − nel marchio stesso − delle sue caratteristiche fondamentali. Ciò comporta l’ideazione di un nome “forte” che comunichi un messaggio immediato. Oltre alla necessaria esistenza di un “filo rosso” che percorra tutte le fasi della vita della moneta, facilmente riconoscibile all’esterno. È esattamente quello che accade con la valuta BlueCoin, aiutata dal fatto che parte del suo nome si riferisca alla tecnologia Bluetooth associata! Oltre a sfruttare la piattaforma blockchain, infatti, questa moneta può essere efficacemente utilizzata tramite i dispositivi Bluetooth.

L’obiettivo di lungo periodo è quello di offrire, con BlueCoin, un’opzione di pagamento alternativa che non necessita della connessione ad Internet. Il portafoglio virtuale dovrebbe connettersi con un punto di pagamento in-store tramite il sistema Bluetooth, e l’intera operazione dovrebbe prendere solo pochi secondi.

 

Sistemi classici per ottimizzare i pagamenti di criptovaluta

 

Si tratta di rete P2P basata sui metodi Proof-of-stake (PoS) e Proof-of-Work. All’interno di questo quadro, verranno estratte 50.000 monete in totale. Solo allora si verificherà l’attivazione di PoS, che non è un ibrido. Fino a quel momento, naturalmente, sarà possibile estrarre la moneta attraverso diversi pool. Questo è seguito da un’inflazione annuale del 5%. Anche se ciò non significa esclusività, gli investitori hanno anche la possibilità di guadagnare degli interessi. In questo modo, il saldo del tuo account non perde valore.

Il 3% di tutte le monete BlueCoin viene introdotto come parte di una première.

Il codice sorgente di BlueCoin è stato specializzato in modo tale da non poter essere modificato. Il software BlueCoin non è, quindi, open source. In ogni caso, è prevista l’esistenza di un’amministrazione decentralizzata.

Se desideri possedere gettoni BlueCoin, puoi scambiarli sulle piattaforme comuni, le più popolari sono Livecoin e YoBit.

 

Transazioni completate alla velocità della luce

 

Gli sviluppatori di BlueCoin hanno creato dei portafogli “speciali” per gli scambi e i depositi di questa moneta. Se questi vengono utilizzati, le attività informatiche necessarie vengono svolte automaticamente dal provider di servizi. Ciò consente agli sviluppatori di garantire che il trasferimento sia completato in 1 solo minuto addirittura, molti utenti hanno riportato tempi di appena 30 secondi!

Questo è anche il punto su cui si basa il tasso di interesse annuale. Finora, gli sviluppatori sono riusciti a rendere l’usabilità di BlueCoin così attraente e funzionale che l’attività è sempre presente. In definitiva, ciò ha anche comportato un significativo aumento del prezzo dal giugno 2017. Anche se ci sono state lievi fluttuazioni, queste rientrano comunque nella fisiologia di una valuta costantemente negoziata (come è appunto BlueCoin).

 

Il livello successivo: BlueCoin diventa mobile!

 

Il fatto che BlueCoin acceda ai terminali mobili Bluetooth implica anche il dispendio di una quantità di risorse superiore alla media per rendere disponibile un cliente mobile. In aggiunta a ciò, è allo studio un progetto per immettere sul mercato nuove app. Ad esempio, delle applicazioni che aiutino gli utenti nello shopping – come un’app per il confronto dei prezzi. Sarebbe anche possibile implementare un servizio che elenchi tempestivamente coupon e sconti correnti, cosa che creerebbe, come in un circolo virtuoso, interessanti opportunità per aziende e fornitori di servizi. Infine, potrebbero essere realizzate applicazioni relative a promozioni pubblicitarie.

 

Possibili equivoci generati dal nome BlueCoin

 

Di criptomonete con nomi che richiamano i colori dell’arcobaleno è pieno il web. Di solito, è possibile immaginare una qualche relazione − nella mente degli inventori − fra le caratteristiche delle valute in questione e i colori di cui portano il nome. Nel caso di BlueCoin, si può pensare che la sua denominazione sia associata alla purezza e alla freschezza dell’acqua o all’immensità degli oceani oltre, naturalmente, alla tecnologia Bluetooth. La possibilità di confondere fra loro due o più monete virtuali con nomi similari può essere scongiurata adottando alcuni semplici accorgimenti. Per quanto riguarda BlueCoin, per esempio, esiste una moneta che porta esattamente lo stesso nome, ma viene correntemente abbreviata con le lettere maiuscole BLU.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Weitere Artikel zum Thema

Gridcoin

La valuta BitcoinDark

Ledger Nano S Neo

Expanse Coin

BitBean Coin

Blocktix Coin