Veröffentlicht: 17.03.2018

Viberate Coin

Analisi di Viberate Coin -Il progetto

Viberate Coin – Quando si analizzano nuovi strumenti finanziari, in particolare instabili e privi di una storia reale, è necessario essere più attenti.

Per Viberate Coin, almeno in apparenza, non sembra esserci molto riguardo alla prevenzione delle frodi. Esistono invece molte informazioni concernenti la volontà di creare una comunità intorno alla musica dal vivo.

Lo stesso dicasi per l’obiettivo di espandere il database con spettacoli dal vivo. Il modello di business di Viberate Coin è complesso.

Unendo sedi e attività relative allo svolgimento gli eventi, si crea una piattaforma in cui addebitare commissioni per l’attività svolta.

Viberate Coin è una piattaforma che unisce sotto lo stesso tetto tutta la musica dal vivo. Attualmente funziona come una sorta di IMDB (Internet Movie Database) per la musica dal vivo.

I profili sono classificati in base alla loro popolarità su internet. La piattaforma è creata e gestita dalla comunità degli utenti di Viberate.

L’obiettivo finale del progetto è rivoluzionare il settore musicale. Al fine di diventare il più grande mercato di talenti del mondo.

“Siamo stati in grado di creare un database con l’aiuto di oltre 50000 partecipanti. Il database rimarrà sempre aperto affinché tutti possano condividere l’attività.

Questi 50000 contribuenti di Viberate non hanno ottenuto nulla per il loro aiuto. Ma la tecnologia blockchain ci permette di premiarli con Vibes (VIB) per il loro lavoro.” Così ha commentato il leader del progetto.

Modelli di guadagno

Viberate Coin vuole espandere e far avanzare l’uso dei suoi token al di fuori della piattaforma. Mira a rendere il suo gettone “il token standard nel settore della musica”.

Il gettone potrà essere utilizzato nelle vendite di musica digitale, vendite di biglietti, di eventi, prodotti e altro ancora. A tale scopo Viberate ha una gamma di potenziali e praticabili modelli di guadagno.

Il più interessante è il Distributed Ticketing Service (DTX).

Il DTX consente alle persone di comprare e vendere biglietti per eventi tramite il sistema blockchain di Ethereum. Ogni ticket è creato come un token ERC20 (il token standard di Ethereum) capace di comunicare con l’applicazione Vibe.

Tutti i portafogli Ethereum possono essere collegati all’evento. I distributori ATM di Ethereum possono vendere biglietti. Questo metodo rivoluziona il modello di Ticketmaster e impedisce il lavoro degli esperti di scalping.

Previene quindi la rivendita dei biglietti a prezzo maggiorato. La piattaforma può fornire un ampio guadagno se viene inserita in diverse grandi arene.

Come riferimento, è sufficiente pensare che la casa madre Ticketmaster ha un valore di oltre 7 miliardi di dollari.

Altri modelli di reddito

Un altro modello di reddito che sembra evidente è la commissione sulla prenotazione. Oggi gli agenti guadagnano fino al 20% su ogni evento.

Viberate Coin può competere con questi numeri. Offre infatti un prezzo migliore e una varietà molto più ampia di possibili eventi.

Viberate vuole istituire partnership con altri settori dell’industria musicale e vendere pubblicità ai suoi membri.

La piattaforma può vendere ai membri per via diretta oppure tramite contratti intelligenti integrati nella piattaforma stessa.

Tuttavia è facile presumere che questo aspetto possa essere dannoso o indesiderabile. I progressi del XXI° secolo mostrano infatti una casistica completamente diversa.

Una funzionalità probabilmente di minor valore è la tariffa di accesso. Si ritiene che la si voglia estendere ai servizi con accesso al dietro le quinte. Alla fine questa offerta potrebbe non avere ampia diffusione.

I gettoni

Uno degli obiettivi principali di Vibe è investire nella crescita del servizio. Viberate Coin è sempre stato un progetto collaborativo.

Il database originale dei profili dei musicisti è stato creato con l’aiuto di oltre 50000 partecipanti. I contribuenti non hanno percepito nulla per il loro lavoro.

A volte essere un vero fan della musica e far parte di qualcosa di grande è già una ricompensa sufficiente. Tuttavia la piattaforma inizierà a premiare gli sforzi della comunità con gettoni estratti dalle proprie casse.

La piattaforma beneficerà degli utili derivanti dal miglioramento dei modelli di business.

Come altri gettoni simili, il token Viberate avrà valore reale solo all’interno del suo ecosistema. Potrà essere utilizzato per acquistare biglietti, registrare musica, aggiungere musicisti ai propri database e molto altro.

Il 5 settembre sono stati rilasciati 200 milioni di gettoni, di cui il 60% è stato messo in vendita. Il prezzo iniziale era ancorato a 10 centesimi di dollaro, ma con alcuni bonus.

Distribuzione dei gettoni

Il 5% dei 200 milioni di token è stato indirizzato alla remunerazione dei membri della comunità che espandono la piattaforma.

Un altro 27% sarà utilizzato per premiare i primi investitori, per finanziare il lavoro dei dipendenti e le future partnership.

I gettoni Vibe sono utilizzabili sull’applicazione Viberate o in un portafoglio standard compatibile con il token ERC20.

Il portafoglio può essere utilizzato per trasferire personalmente i token, in occasione di eventi o per altri scopi.

Conclusioni e rischi

Siamo di fronte potenzialmente alla più grande idea per l’industria musicale. Ciò non significa che gli investimenti finanziari saranno certamente redditizi.

La battaglia con l’industria consolidata, che ha molti interessi interni in ballo, è complessa e potenzialmente pericolosa. Il rischio in questo prodotto è superiore rispetto ad altri, perché richiede molto capitale sociale.

L’industria musicale, piena di intermediari, è un vivace ecosistema, fortemente contrario a una rivoluzione di questo tipo. La penetrazione nel mercato potrebbe essere molto lenta e debole.

Questo influirà sui costi del token. Troppa enfasi sui premi e sui problemi della comunità può costare tempo e risorse. Il progetto è rivolto principalmente ai consumatori.

Il potenziale di crescit

La musica dal vivo non sta svanendo. Al contrario, sta diventando sempre più importante, perché le vendite dei dischi continuano a diminuire.

Il potenziale dei servizi vantaggiosi per il settore è enorme. Anche solo un guadagno di mercato del 10% con il DTX significherebbe quasi 1 miliardo di dollari di entrate annue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *