Veröffentlicht: 17.03.2018

Syscoin

Cos’è Syscoin?

Syscoin è una criptovaluta che funge da libro mastro distribuito su una blockchain. Si tratta di una fork di Bitcoin.

Poiché entrambe le valute si fondano sullo stesso algoritmo, è possibile combinare l’estrazione di ambedue le monete. Tuttavia, la blockchain di Syscoin è più funzionale rispetto a quella di Bitcoin.

Gli sviluppatori di Syscoin definiscono la propria criptovaluta come il coltellino svizzero delle piattaforme blockchain. Ma chi sono gli sviluppatori e come giustificano le loro dichiarazioni?

Il team dietro al progetto di Syscoin

Il team di Syscoin è formato da otto persone, che hanno deciso di non nascondersi dietro l’anonimato. Il creatore di Syscoin, nonché uno dei principali sviluppatori, è Sebastian Schepis.

La seconda figura è Jagdeep Sidhu, mentre Dan Wasyluk coniuga le mansioni di sviluppatore e di team manager del progetto.

Gli altri membri del team sono Hammerströn (marketing), Chris Marsch (business development manager), Sebastian Dimichele (community manager) e Janette Baker (marketing e social media). Willy Ko è il community manager per quanto riguarda il mercato cinese.

Cosa rende così speciale la blockchain di Syscoin?

Rispetto a Bitcoin, Syscoin garantisce costi più bassi sulle transazioni, i quali si abbinano a una velocità estremamente elevata della piattaforma.

Questa combinazione rende la blockchain sicura e pratica, soddisfacendo le necessità degli uomini d’affari che intendono scambiare merci, dati o beni.

Le opzioni di trading e l’asset storage non sono le uniche opportunità che offre Syscoin. La piattaforma, infatti, è progettata in modo tale che le aziende possano lavorare senza subire interruzioni.

Questo si collega con la prossima specifica del progetto. Grandi aziende, come Microsoft, IBM e Amazon, stanno investendo cospicuamente in progetti che mettano la blockchain a disposizione come servizio.

Tali servizi sono destinati a società che non hanno il tempo o le risorse tecniche necessari per passare alla tecnologia blockchain. Syscoin è una delle piattaforme di questo tipo con cui collabora Microsoft.

Nel primo trimestre del 2016 il progetto è diventato ufficialmente partner di Microsoft Azure.

L’inclusione del Lightning Network nella rete principale della compagnia statunitense, avvenuta nel 2017, rappresenta uno dei maggiori successi di Syscoin.

Il team, infatti, è stato in grado di trovare rapidamente una soluzione di scalabilità, mentre altre piattaforme blockchain non sono riuscite a ottenere gli stessi risultati.

La capacità di mettere a punto le modifiche corrette in così poco tempo dimostra che il progetto non risentirà dei vari problemi che sovraccaricano e indeboliscono altre blockchain, come Bitcoin.

Mercati decentralizzati e assenza di tempi di inattività

Syscoin non è solo una criptovaluta. Gli sviluppatori hanno dotato la piattaforma blockchain di una serie di servizi e di funzionalità. Tra le varie funzioni offerte ci sono:

Mercati decentralizzati: gli utenti hanno la possibilità di acquistare o vendere beni senza ricorrere a intermediari. La particolarità, in questo caso, è costituita dal fatto che i marketplace non lavorano solo in modalità peer-to-peer, ma sono contenuti all’interno della blockchain.

Questo riserva innumerevoli facoltà di personalizzazione. Varie funzioni e condizioni di acquisto possono essere impostate e gestite dagli utenti, come il marketplace e il design di un sito sulla blockchain, con relative opzioni di acquisto di beni e servizi.

Non esistono tempi di inattività, grazie alle applicazioni blockchain decentralizzate. Pertanto, gli articoli inseriti sul mercato Syscoin sono sempre disponibili e aggiornati, indipendentemente dal fatto che il portafoglio del venditore sia online o meno.

Gestione dei certificati, alias ed estrazione combinata

Gestione dei certificati: la piattaforma concede la possibilità di creare certificati digitali unici e verificabili, provvisti di testo o di contenuti ASCII.

I certificati in questione, quindi, possono essere autenticati attraverso il processo di verifica di Syscoin (PoW). Alcune potenziali applicazioni sono i certificati di proprietà, le ricevute, i diplomi, le licenze, i biglietti e molto altro ancora.

Alias: in genere l’indirizzo di un portafoglio elettronico è una stringa formata da numerosi caratteri, difficile da ricordare e quindi poco pratica. Syscoin consente di creare un alias, il quale può essere utilizzato come indirizzo del portafoglio.

Questo facilita la gestione della criptovaluta nella vita di tutti i giorni. Gli utenti possono acquistare gli alias a un piccolo prezzo, a condizione che esso non sia già stato assegnato.

La piattaforma offre, inoltre, l’opportunità di comunicare in modo sicuro attraverso i messaggi crittografati. I messaggi sono collegati ai rispettivi nomi utente e quindi possono essere aperti solo dai proprietari.

Estrazione combinata: la società permette di combinare il mining di Bitcoin con quello di altre criptovalute basate sull’algoritmo SHA-256.

Secondo il sito web, la rete di Syscoin è cresciuta di cento volte in meno di 12 ore, pur mantenendo un hashrate stabile.

Syscoin attraverso i numeri (al 22.01.2018)

La società ha una capitalizzazione di mercato di 427.232.840 dollari americani. Il volume di scambi realizzato ogni 24 ore è approssimativamente di 12.309.300 dollari.

I token di Syscoin possono raggiungere un massimo di 888.000.000 di monete, di cui 530.417.635 sono attualmente in circolazione.

La criptovaluta si posiziona al 66° posto nella classifica delle monete stilata da coinmarketcap.com.

Conclusion

Syscoin è stata originariamente concepita come criptovaluta, ma gli sviluppatori hanno capito che il loro progetto poteva rappresentare molto di più dell’ennesimo nome sulla lunga lista dei cloni di Bitcoin.

I principali problemi di Bitcoin sono la scalabilità e le previsioni sugli andamenti futuri. Syscoin ha già risolto tali problemi, rendendola una moneta superiore.

Tuttavia, il progetto ha ancora molta strada da fare. Probabilmente sarà necessario del tempo prima che si diffondano il suo utilizzo e la sua popolarità.

La base per raggiungere questo obiettivo è la doppia funzione di valuta e di piattaforma. Questo ha destato l’interesse di grandi aziende come Microsoft, fattore che colloca la piattaforma a un buon punto di partenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *