Veröffentlicht: 23.02.2018

Inflazione

Che cosa succede durante un periodo d’inflazione?

Inflazione è un processo nel quale la moneta di un Paese perde valore a diversi livelli. Con un’unità di ogni moneta si acquista una minore quantità di cibo o di altre merci rispetto a prima. L’inflazione, solitamente, è espressa in percentuale.

L’inflazione alta può avere conseguenze disastrose per l’economia di un Paese. Può essere estremamente difficile per i cittadini e le aziende acquistare prodotti dall’estero. Inoltre, molte persone passano a forme di pagamento alternative, come l’oro.

L’inflazione della criptovaluta, sebbene le sue conseguenze siano piuttosto diverse da quelle della moneta delle banche centrali, è comunque possibile.

Come si crea l’inflazione?

Molti economisti sostengono che un tasso d’inflazione di circa il due per cento può dare beneficio all’economia nel lungo termine. Se il tasso d’inflazione di un Paese scende sotto questo valore, spesso viene stampata moneta aggiuntiva per creare artificialmente l’inflazione.

D’altro canto, l’inflazione è sempre pericolosa se supera questo valore o quando, addirittura, raggiunge numeri a due cifre. Gli Stati, che in questi ultimi anni hanno sperimentato livelli elevati d’inflazione, sono Argentina, Zimbabwe e, più recentemente, la Turchia.

L’inflazione della criptovaluta implica che, con lo stesso numero di monete, possono essere acquistati nei negozi meno prodotti finiti.

L’inflazione ha alcuni vantaggi per l’economia ma, nel peggiore dei casi, può anche portare a grande povertà. La storia ha dimostrato che, prima o poi, ogni Paese deve aspettarsi di sperimentarla, almeno per un breve periodo. L’inflazione è possibile anche con le criptovalute, nonostante non si sia ancora verificata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *