Veröffentlicht: 28.03.2018

Generatore di Bitcoin

 

Un generatore di Bitcoin online?

 

I criptofan e i criptofollower della criptovaluta più popolare, i Bitcoin, trovano spesso online riferimenti al termine “Generatore di Bitcoin”. La parola suggerisce che si tratta di una macchina che genera Bitcoin. Ci sono alcuni siti che usano il termine o lo inseriscono come parola chiave. Ciò funziona perché gli utenti vi cliccano sopra e si ritrovano a leggere il contenuto del sito.

Tuttavia, il sogno di riuscire a ottenere qualche Bitcoin tutti i giorni da un distributore automatico è lontano dalla realtà. Ci sono solo due modi per entrare in possesso di Bitcoin: le parti interessate devono acquistarli o partecipare al mining.
Naturalmente, si possono comprare a un bancomat per Bitcoin. Si devono scambiare soldi reali con la moneta digitale, quindi non è gratis.

 

Le insidie che si nascondono dietro il termine “Generatore di Bitcoin”

 

I proprietari dei siti che usano il neologismo “Generatore di Bitcoin” sono motivati principalmente a ottenere clienti per scopi specifici. Questi potrebbero essere un abbonamento mensile a un sito di gioco d’azzardo o una newsletter pubblicitaria tramite email.

Nessuno intende distribuire Bitcoin e, se qualcuno lo fa, non è mai senza aspettarsi nulla in cambio. Il mining ne è un esempio. Esaminando l’intero processo, si potrebbe parlare di generatore di Bitcoin in questi termini.

 

Generatore di Bitcoin – il mining come macchina per la produzione

 

Considerare il mining come una macchina per produrre Bitcoin è veritiero, anche a livello tecnico. Questo perché ogni mining farm utilizza macchinari che lavorano 24 ore al giorno. Si tratta di computer appositamente costruiti, che risolvono processi di calcolo complessi per creare Bitcoin. La criptovaluta è distribuita come ricompensa ai partecipanti. Poiché è un procedimento ripetuto ogni giorno, esiste anche un’erogazione quotidiana. Una mining farm è, pertanto, un’unità di produzione di Bitcoin. Quelli reali vengono generati qui, mentre i siti internet di gioco d’azzardo li promettono soltanto.

 

Un individuo da solo può gestire una mining farm?

 

In passato, era ancora possibile per i singoli gestire un generatore di Bitcoin (definito anche minatore) a casa. I requisiti del precedimento, però, sono cresciuti enormemente. Anche i costi dell’energia adesso sono così alti, che un singolo computer non sarebbe più proficuo. Il mining deve essere svolto su larga scala per dare profitto, ecco perché le minig farm sono grandi compagnie che hanno la forza economica per mantenerle.

I generatori di Bitcoin devono essere raffreddati e gestiti giorno e notte per assicurare la loro funzionalità. Pure fattori come i generatori energetici di emergenza e le situazioni eccezionali (quali catastrofi naturali) devono essere considerati dagli operatori. Se si possiede una mining farm, ci si aspetta un ritorno quotidiano di Bitcoin e un grande interesse degli investitori.

 

Come funziona un generatore di Bitcoin?

 

Con una quota di Bitcoin che viene distribuita ogni giorno, il concetto di mining è altamente allettante per gli investitori. Essi possono partecipare nel processo di produzione acquistando potenza di calcolo, e per un certo periodo, hanno diritto per contratto ad avere garantita la potenza di calcolo che genera i Bitcoin. Vengono fissati la durata e l’hash rate, più alto è l’investimento, maggiore è l’hash rate (potenza di calcolo) che l’investitore riceve. L’hash rate determina l’ammontare della distribuzione giornaliera di Bitcoin.

All’inizio, gli investitori devono investire un determinato importo. Nelle mining pool per privati, la partecipazione è possibile a partire da piccole somme di tre cifre, tuttavia, la maggior parte di esse nel mondo sono accessibili solo dopo milioni di euro di investimenti.

 

Quando si comincia a trarre profitto?

 

Secondo l’andamento dei prezzi dei Bitcoin e l’ammontare dei pagamenti giornalieri, la soglia di redditività viene raggiunta dopo qualche mese. Potrebbero, però, volerci anche da sei mesi all’intero anno. Una garanzia contrattuale non esiste, poiché la soglia di redditività dipende molto dall’evoluzione del prezzo.

Non appena il valore totale delle erogazioni quotidiane supera il valore dell’investimento iniziale, comincia il profitto. Il mining crea costantemente nuovi Bitcoin, con i quali ora si possono guadagnare soldi veri.

Alcuni fornitori di mining offrono ai loro clienti Mining a Vita. ciò significa che il contratto è illimitato. In teoria, ti verranno distribuiti Bitcoin per il resto della tua vita. In pratica, però, perderà progressivamente l’attrattiva col tempo, poiché le apparecchiature diventeranno obsolete e il rendimento diminuirà sempre più.

 

Generatore di Bitcoin – conclusione

 

Un generatore di Bitcoin, nel senso di una macchina che sputa fuori Bitcoin senza limiti, non esiste. I siti che li pubblicizzano così lo fanno solo per attrarre clienti alla loro attività (per es. il gioco d’azzardo). Queste pagine sono sicure di ottenere elevate percentuali di successo, il Bitcoin è tuttora la criptovaluta più popolare del web.

Esistono distributori automatici dove si possono scambiare monete a corso legale con Bitcoin. Questo, comunque, è un semplice baratto e non costituisce un vero generatore di Bitcoin. Il mining, però, può essere definito come un processo produttivo. Se investi in mining, stai comperando potenza di calcolo. Questa potenza di calcolo di alcuni computer speciali assicura che i Bitcoin siano prodotti ogni giorno e le quote arrivano agli investitori come utili distribuiti. Per poter beneficiare dei guadagni offerti dalle macchine di produzione, l’investimento iniziale deve essere prima pareggiato. Questo potrebbe richiedere un po’, in base al pacchetto acquistato. Successivamente, invece, i dividendi giornalieri rappresentano l’utile netto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *