Veröffentlicht: 20.02.2018

Contratti intelligenti

Cosa sono Contratti intelligenti?

Lo Contratti intelligenti  è un algoritmo progettato per completare e sostenere i contratti commerciali in tecnologia blockchain. Le parti firmano un contratto intelligente usando gli stessi metodi dell’invio fondi attraverso le reti di criptovaluta esistenti.

Dopo la firma, il contratto entra quindi in vigore. Per garantire l’adempimento automatico degli obblighi contrattuali, è necessario un ambiente che consenta la completa automazione dell’esecuzione degli articoli contrattati.

Ciò significa che i contratti intelligenti possono esistere solo all’interno di un ambiente che abbia accesso illimitato al codice eseguibile degli oggetti di un contratto intelligente.

Tutti i termini del contratto devono avere una descrizione matematica e una logica di esecuzione chiara. In questo contesto, i primi contratti intelligenti avevano il compito di formalizzare i rapporti contrattuali più semplici, con un piccolo numero di condizioni.

Accedendo semplicemente agli oggetti del contratto, questo può monitorare e controllare le violazioni degli elementi dello stesso e prendere decisioni indipendenti in base alle condizioni programmate. Il principio fondamentale di un contratto intelligente è quindi la completa automazione e affidabilità dell’esecuzione dei rapporti contrattuali tra le parti.

La storia dei contratti intelligenti.

Le prime idee per i contratti furono proposte nel 1996 da Nick Szabo. Grazie alla comparsa della tecnologia blockchain nel 2008, sono diventate possibili implementazioni pratiche. Alcuni principi dei contratti intelligenti sono stati definiti nel protocollo della prima valuta blockchain (Bitcoin), ma per motivi di sicurezza non sono stati implementati nel software client.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *