Veröffentlicht: 26.02.2018

Confronto tra i market Bitcoin

Cosa sono confronto tra i market Bitcoin?

Confronto tra i market Bitcoin – Con la crescente popolarità della criptovaluta Bitcoin, sempre più investitori vogliono acquistarne le monete e guadagnare in virtù delle variazioni positive. Tuttavia, è spesso difficoltoso riuscire a trovare i market in cui acquistare la criptovaluta.

Un metodo semplice per comprare i Bitcoin consiste nel rivolgersi a una piattaforma di scambio online. Tali piattaforme sono create appositamente per consentire l’acquisto e la vendita di monete Bitcoin.

I provider in questione differiscono in base a come avvengono gli scambi tra monete Bitcoin con altre valute e criptovalute e viceversa.

Confronto tra i market Bitcoin – Sviluppo dei market Bitcoin

Fondamentalmente, la maggior parte dei provider in cui scambiare Bitcoin condivide una struttura simile. Di solito per iniziare a fare trading con le valute crittografiche è sufficiente inserire un nome utente e un indirizzo e-mail.

Di conseguenza è estremamente veloce cominciare a negoziare le criptovalute come Bitcoin. Spesso non è nemmeno richiesta una verifica dell’identità, poiché questi tipi di scambi sono in gran parte non regolamentati.

Al fine di scambiare le criptovalute, i Bitcoin devono essere trasferiti presso l’indirizzo privato del provider. Al completamento dell’operazione, all’utente verrà rapidamente accreditata la valuta.

Confronto tra i market Bitcoin – Comparazione tra i provider per scambiare Bitcoin

Il confronto tra i provider mostra una selezione di market che stanno attualmente riscuotendo una grande popolarità tra gli utenti. Si tratta di attività che hanno attirato l’attenzione di numerosi investitori per via degli elevati livelli di sicurezza garantiti e per la buona qualità dei servizi. In ogni caso, i rischi sono comunque presenti.

1. Bitfinex

Probabilmente uno dei più conosciuti provider all’interno di questo settore è Bitfinex. Sin dalla sua fondazione, avvenuta nel 2014, il provider è cresciuto fino a diventare il più grande market di questa tipologia e vanta una quota del 10% dell’intero mercato Bitcoin.

Per operare con le criptovalute per mezzo di Bitfinex bisogna semplicemente registrarsi con il proprio indirizzo e-mail e con un user name. A seguito della registrazione è possibile iniziare a fare trading, anche se è richiesta una verifica dell’identità per comprare e vendere criptovalute mediante euro e dollaro.

Le commissioni per il trading su Bitfinex variano in base a vari aspetti. In linea di principio è possibile affermare che le commissioni, sia per i venditori sia per gli acquirenti, diminuiscono con l’aumentare delle fatture. Le tariffe vengono espresse in percentuali, con l’esclusione dei versamenti inferiori ai 1000 dollari in totale, i quali sono soggetti a una commissione fissa.

I pagamenti sono sempre addebitati con una tariffa forfettaria. Sebbene Bitfinex sia considerato una scelta sicura per lo scambio di Bitcoin, in passato diversi attacchi da parte di hacker hanno portato a una sottrazione di monete.

2. Bitcoin.de

Bitcoin.de è il più grande provider di trading per Bitcoin sul mercato dei paesi di lingua tedesca, nonché il maggiore d’Europa. Questo market è stato fondato nel 2011, e lo scambio dei Bitcoin era esclusivamente consentito con gli euro e viceversa.

A differenza di altri market, Bitcoin.de prende temporaneamente possesso dei Bitcoin durante la transazione. Gli utenti hanno la facoltà di rendere pubblici i propri Bitcoin e di inserire i propri dati bancari. Non appena il venditore riceve un pagamento, i Bitcoin vengono immediatamente trasferiti da Bitcoin.de all’acquirente.

Onde minimizzare i tempi di attesa relativi ai bonifici bancari, gli utenti possono decidere di visualizzare esclusivamente i venditori con cui hanno l’istituto di credito in comune. Ciò garantisce che i trasferimenti avvengano velocemente, se non addirittura in modo immediato.

Bitcoin.de ha stretto una partnership con Fidor Bank, così che gli utenti titolari di un account con la banca in questione possano effettuare acquisti all’interno della propria comunità bancaria in pochi secondi.

Al momento non sono stati segnalati attacchi rilevanti da parte di hacker o intrusioni in cui si sono verificati dei furti di Bitcoin. Ciò probabilmente è dovuto al fatto che le criptovalute non rimangano nel provider per molto tempo.

3. Coinbase

Un altro importante provider di scambio Bitcoin è Coinbase. Fondata nel 2012, la compagnia offre una piattaforma per scambiare criptovalute e un portafoglio virtuale. Attraverso questo servizio, le criptovalute come Bitcoin, Ethereum e Litecoin possono essere inviate e ricevute usando il portafoglio stesso.

I Bitcoin possono anche essere acquistati mediante valuta convenzionale. È possibile ottenere un portafoglio virtuale con Coinbase fornendo il proprio nome e un indirizzo e-mail, ma è necessario inviare un documento di identità se gli scambi delle criptovalute avvengono utilizzando valute convenzionali.

Gli acquisti possono essere pagati con bonifico bancario o con carta di credito, mentre i prelievi sono limitati al bonifico bancario. Le commissioni sono variabili. Sugli acquisti effettuati in Europa tramite carta di credito è prevista una commissione del 3,99% sul valore dell’acquisto.

Con i bonifici bancari, invece, il fee è dell’1,49%. Su tutti i prelievi viene applicata una commissione fissa di 15 centesimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *