Veröffentlicht: 18.03.2018

Chi usa i Bitcoin?

Chi usa i Bitcoin?

Chi usa i Bitcoin? Il Bitcoin è probabilmente la criptovaluta più famosa, tanto che la parola Bitcoin è ormai entrata nell’uso comune.

Quasi tutti la conoscono o ne hanno almeno sentito parlare. Alcuni sono ancora diffidenti nei suoi confronti, mentre altri sono stati rapidi nell’abbracciare la novità.

Il Bitcoin è una moneta digitale che può essere utilizzata per acquistare prodotti e servizi, o per effettuare transazioni finanziarie.

È un bene tenuto in gran conto in tutto il mondo e ha visto il proprio valore crescere enormemente. Il Bitcoin e le altre valute digitali potrebbero benissimo diventare le monete del futuro.

O almeno questo è quanto credono molti esperti del settore. Questa criptovaluta è ormai diventata un fenomeno globale e ha visto comparire al proprio fianco molti imitatori e rivali negli ultimi anni.

Nonostante tanti utenti siano ormai bene informati sulla valuta, c’è ancora una domanda che aspetta una risposta: chi usa i Bitcoin?

Bitcoin: perché usarli?

Il Bitcoin è una moneta che ha il vantaggio di essere libera dai controlli dei governi e dagli interventi delle banche. Questo la rende particolarmente interessante.

È quindi decentralizzata e utilizzata da utenti in tutto il mondo per mezzo di semplici computer. Il Bitcoin ha le stesse funzioni delle monete tradizionali, ma il suo valore è basato su puri calcoli matematici.

Questo tipo di valuta ha il potere di cambiare radicalmente il panorama finanziario, per il bene di tutta la popolazione. La moneta, inoltre, è completamente trasparente e priva di influenze politiche.

Quanti Bitcoin ci sono in circolazione?

Sul mercato da ormai 8 anni, oggi ci sono circa 16 milioni di Bitcoin in circolazione. Nessuno sa esattamente quanti individui possiedano dei Bitcoin.

In ogni modo, sono stati registrati oltre 25 milioni di account Bitcoin. Ma chi usa i Bitcoin?

I sondaggi mostrano che le persone più benestanti rappresentano il 10% della popolazione mondiale; il 90% di esse possiede questa criptovaluta. I Bitcoin, però, sono utilizzati da ogni tipo di persona in tutto il mondo.

All’inizio, molti erano scettici, ma poi la moneta ha sucitato grandi entusiasmi; tanti sono stati spinti a investirvi.

16 milioni di Bitcoin: chi li possiede e chi li usa?

Chi usa i Bitcoin? Parlando con le persone comuni di questa criptovaluta, o ascoltando quello che ne dicono i media, si può solo ottenere un quadro distorto della situazione.

Molti pensano che questa criptovaluta sia prerogativa dei fautori di Internet, o addirittura che sia un focolaio di attività criminali.

È più giusto dire, però, che i Bitcoin sono utilizzati da imprenditori e investitori, che cercano prodotti da comprare a basso prezzo e rivendere a cifre stellari.

Bitcoin: l’utilizzatore medio è giovane

Alcuni studi hanno identificato l’utilizzatore medio del Bitcoin in un maschio sposato, non religioso e con un reddito annuo che si aggira sui 50.000 dollari americani.

Altri studi hanno appurato come il Bitcoin sia più popolare tra giovani uomini di età compresa tra 25 e 35 anni. Questa fascia di età è probabilmente dovuta a uno sguardo più aperto dei giovani riguardo a Internet e alle nuove forme di pagamento.

Una possibilità è anche che le persone più giovani vedano l’investimento come una forma di impresa a breve termine e che siano più disposte ad accettarne i rischi.

Sicuramente, con il fatto che il Bitcoin è una valuta creata e utilizzata a livello digitale, non stupisce che sia diventata più popolare nel mondo dei giovani.

Chi usa i Bitcoin: un’analisi

Da qualche tempo anche le grandi aziende utilizzano i Bitcoin, compresi pionieri come Dell, Expedia e Microsoft. Queste compagnie hanno iniziato ad accettare il Bitcoin come metodo di pagamento anni fa.

Molti punti vendita popolari tra i giovani nelle grandi città vedono di buon occhio l’utilizzo di questa moneta. Nelle aree urbane, in genere, la popolazione tende a essere più aperta alla circolazione e all’utilizzo delle criptovalute.

Comunque, questo non significa che i Bitcoin e le altre criptovalute non siano accettate anche in altri contesti. Per di più, è probabile che chi usa i Bitcoin abbia iniziato a utilizzare Internet per i pagamenti con largo anticipo.

Molte donazioni di beneficienza, inoltre, oggi possono essere effettuate in criptovalute come i Bitcoin.

A ogni modo, in molte Nazioni le criptovalute sono utilizzate più come prodotto di risparmio o forma di investimento, che come effettivo metodo di pagamento.

Chi usa i Bitcoin: la popolarità in Asia

Nei Paesi asiatici, d’altro canto, la domanda di queste monete digitali aumenta molto più velocemente che nel mercato europeo.

La popolazione asiatica è in generale molto più aperta all’idea di una moneta digitale come metodo di pagamento. Famose compagnie, basate in Asia e in particolare in Giappone, di recente hanno fatto il loro ingresso nel business dei Bitcoin.

Nonostante questo, sono le nuove generazioni quelle che più comunemente pagano in Bitcoin. Il fatto che non sia dovuta nessuna commissione per scambiare gli Yen con i Bitcoin, infine, rende la moneta ancora più popolare.

Chi usa i Bitcoin: conclusioni

16 milioni di Bitcoin non sono una piccola cifra. Qualcuno deve pur usare tutta questa moneta. Possono essere prodotti un massimo di 21 milioni di Bitcoin e moltissimi miner lavorano a livello globale per estrarli.

Chi li utilizza ne è molto soddisfatto. Ci sono utilizzatori di tutte le età, ma la maggior parte rimane concentrata nelle fasce più giovani, le più aperte verso i Bitcoin.

Questi utenti, infatti, si identificano meglio con le tecnologie associate all’utilizzo di criptovalute. Concetti come la blockchain, l’hash power e l’e-wallet, sono meglio compresi da chi è cresciuto nell’era di Internet.

Gli utilizzatori più anziani possono avere più difficoltà nel capirne il funzionamento, ma sono comunque attratti dall’investimento.

Alla fine, se decidi di fare il grande passo e investire in Bitcoin, prima o poi finirai per utilizzarli anche come metodo di pagamento. Molti hanno già riconosciuto il potenziale dei Bitcoin: tu potresti essere il prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *