Veröffentlicht: 20.02.2018

ASIC

Cosa sono gli ASIC?

ASIC è l’acronimo di “circuito integrato specifico dell’applicazione”. Fondamentalmente, indica chip o processori di computer che sono programmati per un singolo scopo: di conseguenza, essi sono prodotti esclusivamente al fine di soddisfare un obiettivo specifico.

Teoricamente, gli ASIC possono essere prodotti con prestazioni e velocità diverse, ad esempio anche per estrarre criptovalute.

ASIC e l’estrazione di criptovalute

Molte criptovalute (come Bitcoin) si affidano agli utenti per leggere i compiti degli algoritmi, usando la potenza di calcolo dei loro computer di casa. Questo crea nuovi blocchi di blockchain, generando così nuove unità di valuta. Questa operazione è chiamata mining.

Inizialmente, fare mining era possibile con il computer di casa, dal momento che la complessità dei compiti non era così elevata: questi potevano essere svolti dai processori standard. Tuttavia, gli intraprendenti utenti di criptovalute hanno cercato di estrarre in modo sempre più rapido ed efficiente.

Avevano bisogno di computer di rete in grado di svolgere più compiti e di ricevere un rendimento più elevato in termini di unità estratte.

Questo è stato ottenuto, inizialmente, aggiornando le schede grafiche. Si è scoperto che alcuni calcoli potevano essere eseguiti particolarmente bene dai processori grafici. Tuttavia, tale metodo divenne presto non redditizio e si dovette procedere a una nuova evoluzione.

Il livello successivo fu di progettare ASIC appositamente programmati: chip informatici, il cui unico scopo era quello di rilasciare le informazioni richieste dalle attività blockchain. Oggi ci sono centinaia di criptovalute. Alcuni algoritmi, però, non possono essere estratti dagli ASIC per offrire pari opportunità a tutti gli utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *